CROSTATA YOGURT E BOSCO

PER LA FROLLA

  • 225 gr farina 00
  • 140 gr burro
  • 70 gr zucchero
  • 25 gr farina di nocciole
  • latte
  • 1 uovo piccolo
  • 1 tuorlo
  • granella di nocciole / o nocciole da tritare
  • sale 

PER IL RIPIENO

  • 170 gr yogurt greco
  • 125 gr mirtilli
  • 125 gr more
  • 100 gr panna fresca
  • 40 gr zucchero
  • 25 gr zucchero a velo
  • 1 lime

Preparate la pasta frolla: lavorate velocemente le farine con lo zucchero, il burro a pezzetti e una presa di sale ottenendo un composto farinoso grossolano. Unire l’uovo e mescolare. Modellatelo a palla, avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigo per 1 ora.

Preparate il ripieno: mettete 100 gr di mirtilli, lo zucchero e 1 cucchiaio di acqua in un pentolino. Scaldate a fuoco bassissimo mescolando, per 3-4 minuti dal bollore. Frullate e lasciate raffreddare la salsa (coulis). 

Montate la panna a parte. In una ciotola mescolate yogurt e zucchero a velo, la scorza grattugiata del lime e infine delicatamente incorporate la panna montata. Mettere in frigo fino al momento dell’uso.

Riprendete la pasta frolla, la stendete dello spessore di 3-5 mm circa (attenzione a non manipolarla troppo – il calore delle mani fa si che la pasta possa sbriciolarsi facilmente – in caso rimetterla in frigo un pochino), in una tortiera, foderata con carta da forno, da circa 20 cm. Rifilate il bordo, spennellatelo con il tuorlo+latte e cospargete il bordo di nocciole tritate o granella di nocciole.

Bucherellate con una forchetta la frolla, mettete un disco di carta da forno con legumi secchi (per fare da peso – attenzione: non si possono poi cucinare e mangiare questi legumi – io ne tengo un barattolo apposta che utilizzo solo per questo scopo), e cuocete in forno a 180° per 25 min, finchè la pasta non sarà ben dorata. Sfornare e far raffreddare completamente.

Versate il coulis nella crema di yogurt e mescolate (poco) per ottenere un effetto marmorizzato. Riempire quindi con il composto la frolla e completate decorando con frutti di bosco e se l’avete avanzata anche con la granella di nocciole.

Leave a Reply